THE TRAVELLER

La nuova avventura musicale


SCARICA QUI FREE L'ALBUM



MASSIMO ROSSI

The Traveller

"The Traveller" è un viaggio dentro la mente di un’illusionista.


"The Traveller" è un progetto musicale rock elettronico indipendente che difficilmente s’identifica in uno stile musicale ben definito.

Questo accade perché non è musica fatta da un musicista, ma è musica creata con gli occhi di un’illusionista.


Io la chiamo "Strange Music".


"The Traveller" è alla continua ricerca di spazi e frasi melodiche che portino l’ascoltatore a percorrere una strada verso ambientazioni insolite.

Ascoltando le tracce infatti, ognuno di noi può ricreare nella sua mente atmosfere conosciute che si trasformano di volta in volta in ambienti inusuali.

La base è chitarristica, anche se molti pezzi sono stati composti partendo da variegati suoni elettronici.

Quasi tutte le tracce sono state composte "cantando di pancia" le melodie e poi, solo in un secondo tempo, sono state trasportate sugli strumenti; molto spesso, nelle fasi iniziali, si è registrato un cantato al posto degli strumenti veri e propri e poi, di volta in volta, è stato sostituito solo nel mix finale.

Un particolare lavoro molto complesso è stato sviluppato sulle parti percussive intersecando diverse tipologie di drums che hanno caratterizzato l’intero lavoro. L’alternanza e la miscelazione di batterie acustiche modificate, drums elettroniche e drums rumoristiche è stata la vera sfida in quanto sono state necessarie diverse ore per riuscire ad amalgamarle tutte in un unico sound funzionale.


"The Traveller" vuole farsi ascoltare, ma soprattutto vuole cercare uno spazio tra la moltitudine delle produzioni odierne, cercando di stare in equilibrio tra sonorità elettroniche e sonorità rock sperimentali.

"The Traveller" è un progetto totalmente autoprodotto, indipendente e senza scopo di lucro, per questa ragione può sganciarsi da qualsiasi forma di convenzione a cui obbligatoriamente dovrebbe sottostare per finanziarsi.


“Ci ho messo molto tempo per riuscire a mettere a tacere quel groppo allo stomaco che mi ha fatto cercare per vent’anni un sound che mi ronzava continuamente nella testa, ma che non prendeva mai corpo; per me era un bisogno, una continua ossessione che solo chi cerca può… comprendere”.


Spero che vi divertiate ad ascoltare questa "Strange Music" tanto quanto mi sono divertito io a crearla.

"The Traveller"… il viaggio è iniziato.




"The Traveller" is a travel inside a magician mind.


"The Traveller" is an independent musical rock electronic project which doesn't identify itself easily in a defined musical style.  


This happens because it isn't music made by a musician, but it is music created with magician's eyes.


I call it "Strange music".


"The Traveller" is constantly looking for spaces and melodic sentences which bring the listener to go trough a way towards unusual ambientations.


In fact, by listening to the tracks, everybody can recreate in his mind known atmospheres which transform time by time in unusual ambientations.


The base is played by a guitar, even if a lot of tracks were composed starting from a huge variety of electronic sounds.  

Mostly all of the tracks were composed singing the melodies and then they were transported on the instruments; usually, in fact, in the first phases there was a recording which substituted the instruments and then, time by time, it was substituted in the final mix.  

A particular and much complex job was developed on drums using different types of them which characterised the entire job. The real challenge was alternating and mixing acoustic modified drums and electronic drums because there were necessary plenty hours to mix all of them in an unique functional sound.


"The Traveller" wants to be listened, but most of all it wants to look for a space between the multitude of modern productions, trying to be balanced between electronic sounds and rock experimental sounds.


"The Traveller" is a project totally autoproduced, independent and without profit, for this reason it can detach from every form of convention under which it would obligatory be to finance itself.


“It took time for me to keep in silent that lump in my stomach that, for twenty years, has been making me looking for a sound which I had in my head, but I couldn't give it its shape; for me it was a desire, an eternal obsession which just who looks for it can... understand".


I hope you'll enjoy listening to this "Strange Music" as much I enjoyed creating it.


"The Traveller"… the travel is started.